Provincia del Sud Sardegna

L'Amministrazione risponde (FAQ) - Tributi

Nella sezione tributi trovate delle risposte a quesiti posti freqentemente dal cittadino sull'argomento in questione.

IMU

IMU significa Imposta Municipale Unica. Il presupposto impositivo è il possesso di qualunque immobile, compresa l’abitazione principale e le sue pertinenze.

Il presupposto impositivo è il possesso di qualunque immobile, compresa l’abitazione principale e le  sue pertinenze.

ABITAZIONE PRINCIPALE – Si considera abitazione principale l’immobile iscritto o iscrivibile in catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare * nel quale il possessore risiede anagraficamente e dimora abitualmente.

ABITAZIONE PRINCIPALE
NON DOVRA  ESSERE EFFETTUATO IL PAGAMENTO PER L'ABITAZIONE PRINCIPALE.

ALTRI IMMOBILI
Il pagamento va effettuato sulla base del 50% di quanto pagato lo scorso anno e l’intero importo va versato al Comune (codice 3918)
Per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale “D” il versamento va eseguito con le seguenti modalità:

COME SI CALCOLA – Rendita catastale (rivalutata del 5%) x moltiplicatore x aliquota
I moltiplicatori da utilizzare sono i seguenti:

La base imponibile è la stessa dell’Imu.

Si parte dalla rendita catastale, la si rivaluta del 5% e si moltiplica il risultato per il coefficiente che varia in base alla tipologia di immobile. Su questo valore si applica l’aliquota comunale. 

Rendita catastale (rivalutata del 5%) x moltiplicatore x aliquota
I moltiplicatori da utilizzare sono i seguenti:

Nel caso di immobile locato, il tributo, calcolato sulla base dei dati catastali dell'immobile, ricade su proprietari e inquilini: per il 90% sui proprietari e per il 10% su gli inquilini. 

Se l'immobile risulta non locato a disposizione, l'intero tributo è a carico del proprietario

Attenzione: non arriverà alcun bollettino come avviene per la Tari né alcun avviso da parte del Comune. Il proprietario non avrà alcuna responsabilità se l’affittuario non verserà l’imposta.